Fiandre è presente tra i brand d’eccellenza del made in Italy all’interno della “Casa del Design”, a Tokyo

2024-05-08
Condividi questa pagina su

Funzionalità, bellezza, tecnologia: sono gli elementi essenziali che descrivono il design italiano, così come è conosciuto in tutto il mondo. “La Casa del Design italiano”, a Tokyo, è la prima esposizione di design industriale presso un’Ambasciata all’estero: uno spazio espositivo permanente che ospita attività artistico-culturali all’interno dei locali consolari.

Leader nella realizzazione di superfici in gres porcellanato e alleato per progetti di architettura di alto profilo, Fiandre Architectural Surfaces è stato invitato a far parte della mostra permanente - accanto a ventuno brand d’eccellenza tra cui Cassina, Pirelli, Kartell, Poltrona Frau, Lamborghini, Artemide - che si sviluppa su 150 mq e occupa i locali della Cancelleria, ristrutturati nel 2005 dall’architetto Gae Aulenti. 

L’iniziativa, voluta dall’Ambasciatore Gianluigi Benedetti e curata dagli architetti Matteo Belfiore e Valentina Cannava, è stata realizzata in collaborazione con l’Associazione del Disegno Industriale (ADI) e con il prezioso contributo di numerose aziende italiane. 

Per questa occasione Fiandre ha realizzato dei sistemi espositivi, su disegno dall’architetto Belfiore, utilizzando il materiale Uni Ice Active nel formato 300x150 cm. Si tratta di una superficie ceramica luminosa e versatile che si presta sia a progetti tradizionali che contemporanei, arricchita dalle proprietà antibatteriche e antivirali, antinquinamento, anti-odore e autopulenti di Active Surfaces® che caratterizza materiali eco-sostenibili realizzati in stabilimenti a emissioni zero e completamente riciclabili. La stampa del logo, collocato nell’atrio dell’ambasciata, è stata inoltre realizzata con l’innovativa tecnologia DYS - Design your slabs che permette di realizzare qualsiasi immagine o illustrazione su superfici ceramiche Fiandre. 

La scelta degli oggetti selezionati per la mostra è stata dettata dalla volontà di rappresentare un secolo di design italiano, dai pezzi storici firmati dai grandi maestri a quelli più recenti. Alcuni oggetti esposti, o i loro designer, sono stati insigniti del prestigioso premio Compasso d’Oro, con il quale l’ADI premia i prodotti e i progettisti da settant'anni (prima edizione nel 1954).