Categoria: Banche
ATM SOLARE

SCARLINO (GR) - ITALY

Condividi questa pagina su

60x60 Extra White Naturale

Anno: 2007
Progettisti: Arch. Franco Biondi
Studio: Paschi Gestione Immobiliare

Il progetto del cosiddetto ATM solare è frutto dell'idea del progettista di coniugare un'esigenza specifica della Banca con la politica etica per il rispetto dell'ambiente della Banca stessa.
L'esigenza della Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. era di realizzare una postazione "Bancomat", autonoma e non presidiata da personale, nelle immediate vicinanze del porto turistico di Scarlino (GR). Si è deciso di realizzare un'istallazione che andasse al di là della mera struttura, finalizzata alla protezione e contenimento dell'apparecchiatura automatica che doveva ospitare.

Gli obiettivi del progetto sono sinteticamente riassumibili nei seguenti punti: realizzare un manufatto composto da elementi realizzabili in officina e facilmente assemblabili sul posto; realizzare una postazione autosufficiente da un punto di vista energetico mediante l'utilizzo di una serie di pannelli fotovoltaici; realizzare una struttura con caratteristiche idonee al mantenimento all'interno della postazione di un microclima ottimale al funzionamento delle macchine elettroniche grazie alla presenza di una camera d'aria autoventilata posta fra la "pelle" esterna, realizzata con lastre in grès porcellanato GranitiFiandre e l'involucro interno in lamiera blindata (tipo facciata ventilata), il tutto aiutato da un attento studio delle ombre portate dagli elementi esterni (tetto fotovoltaico e rete architettonica perimetrale);
utilizzare materiali ecocompatibili e testati dalla "nascita alla morte", quindi facilmente e totalmente riciclabili alla fine della loro vita; realizzare un manufatto con un impatto estetico che si possa inserire facilmente nella maggior parte dei contesti ambientali e che oltretutto lanci un messaggio educativo nei confronti degli utilizzatori;
realizzare una postazione che potrebbe anche funzionare in località totalmente irraggiungibili dalla rete di distribuzione elettrica e telefonica mediante l'installazione di accumulatori all'interno e di un sistema di comunicazione GSM; realizzare una postazione flessibile da un punto di vista dell'utilizzo che potrebbe ospitare oltre all'ATM anche tutta un'altra serie di apparecchiature automatiche legate sia alle operazioni bancarie che all'informazione.

I materiali utilizzati sono rappresentati da lastre in gres porcellanato GranitiFiandre 60x60cm Extra White naturale, applicate tipo facciata continua per la "pelle esterna", acciaio corten per quanto riguarda i due archi di sostegno dei pannelli fotovoltaici, rete metallica in acciaio inox quale schermatura per produrre ombreggiatura sulle facciate dell'installazione e acciaio blindato per realizzare la cella di sicurezza per il contenimento dell'apparecchiatura ATM.

L'installazione di Scarlino è il primo prototipo in assoluto che la Banca ha in programma di replicare nelle zone più disparate dell'Italia.
Dai calcoli teorici effettuati la postazione dovrebbe produrre nell'arco di un anno una quantità di energia elettrica superiore alle proprie esigenze.
L'energia elettrica in eccesso sarà quindi immessa nella rete ENEL.

Tratto da Materia n°57 - SUPERFICI LIGNEE


Richiesta Informazioni

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra "Cookie Policy".