CONVERSAZIONE TRA PIER CARLO BONTEMPI E RAUL PANTALEO DI TAMassociati

30/11/2015
Condividi questa pagina su

"Quante architetture dalla tradizione?". Questo il titolo del dibattito che il 10 dicembre 2015, alle ore 18.30, chiuderà la mostra dedicata a Pier Carlo Bontempi, presso la galleria espositiva FAB Fiandre Architectural Bureau di Castellarano.
Protagonisti dell’incontro Pier Carlo Bontempi e Raul Pantaleo di TAMassociati. Modererà la conversazione il giornalista Luca Sommi.

10 dicembre 2015 - ore 18.30
a cura di Floornature (Paolo Schianchi e Mara Corradi)

E’ possibile accreditarsi all’evento del 10 dicembre al FAB Castellarano al seguente link:

Eventbrite - “QUANTE ARCHITETTURE DALLA TRADIZIONE?” CONVERSAZIONE TRA PIER CARLO BONTEMPI E RAUL PANTALEO DI TAMassociati.

In occasione del finissage della mostra “Pier Carlo Bontempi: La provocazione più grande del mondo. Il Labirinto di Franco Maria Ricci e altre architetture” e a conclusione del ciclo di eventi dedicati alla poetica dell’architetto parmense, FAB Castellarano, galleria espositiva delle aziende Fiandre e Porcelaingres, ospita il dibattito “Quante architetture dalla tradizione?”.

Una conversazione che mette a confronto i linguaggi architettonici e progettuali di Pier Carlo Bontempi e di Raul Pantaleo di TAMassociati, proponendo un confronto sul ruolo dell’architettura contemporanea nella costruzione di spazi e simboli urbani che pongono al centro l’uomo.

Il portale Floornature (Paolo Schianchi e Mara Corradi), curatore del programma di eventi, descrive con queste parole le motivazioni del dibattito:


Pier Carlo Bontempi ricorda spesso che l’architettura è un’arte, ma un’arte applicata. Occupandosi del benessere dell’uomo, essa attraversa un percorso di abnegazione, che le impedisce di dedicarsi esclusivamente a se stessa, allo scopo di tramutarsi in uno strumento. In questa dichiarazione di umiltà, in cui l’architettura smette di autocompiacersi per diventare espressione comunitaria, si ritrovano analogie con lo spirito militante di TAMassociati, che pone al centro la felicità dell’uomo, intesa come armonia tra l’essere umano e il paesaggio, la storia, la cultura del luogo, rifiutando l’autocelebrazione sotto qualsiasi forma. Anche se in contesti lavorativi differenti e con esiti compositivi e formali lontani, siamo curiosi di indagare le affinità tra il “taking care in architecture” dei TAMassociati e l’operare per il bene comune di Pier Carlo Bontempi.

FAB Castellarano
via Guido Reni 2/R - 42014 Castellarano (RE)
www.fab-architectural.it

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra "Cookie Policy".