Consigli per la posa

Utilizzare lastre in porcellanato tecnico di qualità superiore, come i materiali Fiandre, richiede alcuni accorgimenti in fase di posa in opera: la posa stessa, infatti, rappresenta il vero valore aggiunto dei nostri materiali.

Prima di iniziare, è bene accertarsi che la superficie di appoggio sia sufficientemente planare e ben pulita (in caso contrario procedere tramite pallinatura o molatura: ovvero pulire il sottofondo e renderlo adeguatamente ruvido in modo da poter creare grip al collante).
Il massetto o caldana costituisce il fondo di posa della pavimentazione ed è composto da una miscela di cemento, acqua e inerti puliti.
Per le pavimentazioni e i rivestimenti in gres porcellanato, si consiglia la posa con collante che va applicato sul fondo di posa con un'apposita spatola dentata (assicurando la copertura di almeno l'80% della superficie totale).
La scelta del collante è di fondamentale importanza ed è strettamente correlata ad altri aspetti come, per esempio, il formato del materiale che si deve posare, la destinazione d’uso (pavimento o rivestimento, interno o esterno), condizioni climatiche, etc.
È consigliabile attenersi scrupolosamente alle istruzioni presenti sulle etichette del collante prescelto. In caso di rivestimenti con materiali di grande formato e di altezza superiore a 3 metri, esistono sistemi che combinano adesivi con ganci meccanici da scegliere in base al peso della lastra di gres e all’altezza del rivestimento stesso.

La fase successiva prevede la stuccatura dei giunti: esistono in commercio svariate tipologie di stucchi da scegliersi in funzione della destinazione d'uso (interni residenziali, bagni, piscine, luoghi pubblici); in generale l'operazione di stuccatura si effettua mediante spatola di gomma o materiale plastico, in modo da ottenere un completo riempimento. Per eliminare l'eccesso di stucco cementizio è bene procedere solo quando lo stucco diventa opaco per poi pulirlo utilizzando una spugna dura; in caso di stucchi epossidici, invece, l’operazione deve essere effettuata a stucco ancora fresco e con una spugna abbondantemente bagnata.

Terminata la fase di stuccatura, si procede con una prima grossolana pulizia, che sarà poi ripetuta alcuni giorni copo in modo più accurato utilizzando un detergente acido.

Per maggiori informazioni www.technoriunite.it